YOGA La disciplina più antica del mondo

| Posted by | Categories: Lo hatha yoga corsi di yoga a monetverde aurelia boccea posizioni e asana

 YOGA, solo la pratica costante e l’esperienza può far capire cos’è !

Intanto alcuni accenni…

LO HATHA YOGA

La VIA dello Yoga fisico, del riordino e rallentamento delle energie
E’fondato principalmente sulle asana, le posture del corpo.
In sanscrito Hatha significa forza, vigore. Lo Ha-tha yoga appartiene alla famiglia del Raja-Yoga.
Lo scopo è quello di arrivare ad un controllo completo delle funzioni del corpo e dei sensi. Il nome Hatha è composto da HA e THA che rappresentano due forme opposte di energia, l’hatha yoga ricerca, quindi l’unione di queste due polarità opposte:
HA : energie solare, calda
THA : energia lunare, fredda
E’ corretto comunque affermare che l’origine dell’hatha-yoga è sicuramente tantrica e se si volesse correttamente praticare questo yoga, sarebbe sicuramente il tantrismo il suo luogo naturale di appartenenza.

Lo Hatha Yoga è una forma di Yoga basato su una serie di esercizi psicofisici di origini antichissime, originati nelle scuole iniziatiche dell’India e del Tibet. È ad oggi molto praticato anche in occidente, in cui nella maggior parte dei casi è stato privato dei suoi significati spirituali e viene proposto come una mera forma di ginnastica esotica alternativa; questa “laicizzazione” ha fatto sì che molte persone, a prescindere dall’orientamento religioso, si avvicinassero – seppur in modo superficiale – a questa pratica, spesso erroneamente scambiata con lo Yoga nella sua totalità.

Lo Hatha Yoga insegna a dominare l’energia cosmica presente nell’uomo, manifesta come respiro, e quindi a conseguire un sicuro controllo della cosa più instabile e mobile che si possa immaginare, ossia la mente sempre irrequieta, sempre pronta a distrarsi e divagare.

In tal maniera lo yoga, influendo insieme sulla vita psichica e su quella fisica dell’individuo, che del resto pensa strettamente congiunte, si propone di compiere una revulsione immediata dal piano dell’esperienza quotidiana, umana e terrena e di attuare con grande prontezza il possesso della più alta beatitudine. Ecco perché lo Hatha Yoga è anche chiamato “la via celere”.

Chi ne segue le regole non è più un uomo comune ma diventa un Siddha, cioè un uomo perfetto. Uno dei segni che indica che è un uomo perfetto è appunto lo straordinario dominio sugli elementi, che si mostra con la pratica del tummò, in virtù della quale l’asceta prova a cambiare per suo volere le condizioni stesse della vita.
L’azione, le emozioni e l’intelligenza sono quindi le tre forze che muovono il “veicolo corpo”. Per consentire uno sviluppo integrato, queste tre forze debbono essere in equilibrio.

 

Tenendo conto delle interazioni tra il corpo e la mente, i praticanti Yoga hanno formulato un metodo unitario per mantenere questo equilibrio, un metodo che combina:
— Posizioni (ASANA), cioè posture del corpo con le quali il praticante amplifica le caratteristiche e le attitudini mentali e che quindi non sono soltanto complessi esercizi ginnici, bensì strumenti per incanalare l’energia nelle diverse parti del corpo;
— Tecniche di respirazione (PRANAYAMA), che consentono l’accumulo e l’utilizzo del “prana”. Attraverso il controllo del respiro il praticante è in grado di purificare il corpo e la mente;
— Tecniche di Meditazione e Rilassamento che assicurano la pace della mente.

Testi di riferimento: Il testo di riferimento è l’Hatha yoga Pradipika.
Le sue origini sono da ricercare all’interno della filosofia Samkhya, ma vi sono corrispondenze anche col sistema Vedanta e con gli Yogasutra di Patanjali.
Letture:
Titolo: La lucerna dello Hatha-Yoga
Autore: Swatmarama
Editore: Magnanelli

scuola yoga roma corsi monteverde, boccea, aurelia posizioni, asana, hatha yoga, lezioni private individuali cos’è lo yoga meditazione rilassamento (vikipedia)

 

Lo Haṭha-Yoga è definito tradizionalmente lo yoga dell’unificazione del sole
con la luna che simboleggia i due poli opposti – prāṇa e apāna – ma viene
anche definito lo yoga della “forza” , via rapida e violenta verso la liberazione.
Ciò che si cercherà di sperimentare è proprio il fatto di separare la forza dalla
violenza, perché non sempre la forza è sinonimo di violenza.
Come usare la forza per sostenere un’interiorità non violenta?
E’ un quesito, fondamentale, attorno al quale si dovranno strutturare aspetti
diversificati di una pratica completa di Haṭha-Yoga.

(Antonio Nuzzo)

 

 

 

 

yoga roma scuola yoga roma corsi monteverde, gianicolense boccea aurelia posizioni yoga asana

hatha yoga roma lezioni private individuali centro yoga roma

yoga roma scuola yoga roma corsi monteverde, gianicolense boccea aurelia posizioni yoga asana

hatha yoga roma lezioni private individuali centro yoga roma

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *